La gestione dinamica della conoscenza nelle aziende moderne

Molte aziende contemporanee sono guidate dalla conoscenza. Basano le loro operazioni, i prodotti e i servizi che offrono e, in ultima analisi, il loro successo sulle competenze che possiedono e che acquisiscono, convalidano e aggiornano continuamente.

Questo dinamismo non riguarda solo la capacità dell'azienda di raccogliere, apprendere ed elaborare costantemente nuove conoscenze. Si tratta anche della rapida evoluzione e propagazione delle informazioni e delle conoscenze. Ciò che è importante sapere oggi potrebbe non esserlo stato ieri - o potrebbe addirittura non essere mai esistito - e forse non sarà più rilevante domani. Tendenze, fenomeni o tecnologie emergenti appaiono improvvisamente sui mercati e altrettanto rapidamente scompaiono o si trasformano in modi imprevedibili.

Nel contesto odierno, la conoscenza è un risultato emergente e imprevedibile che nasce dall'intelligenza collettiva attraverso interazioni non lineari tra varie entità, tra cui aziende, università, innovatori, influencer e altro ancora. In breve tempo, abbiamo assistito all'emergere della chatGPT e al successivo esame del suo impatto in vari settori grazie alla rapida crescita dell'IA. Le aziende hanno rapidamente riconosciuto la sua importanza. Costruire conoscenze in questo settore significava raccogliere articoli, libri e opinioni per comprendere le sfumature rilevanti per il proprio settore e punto di vista.

All'interno di un'azienda multinazionale, c'è una grande quantità di analisi e rapporti generati da diversi individui che potrebbero essere preziosi per i loro colleghi, anche se non sono in contatto diretto. Inoltre, questa conoscenza emergente include le intuizioni ottenute dalla risposta del mercato alle campagne di comunicazione governative, di cui le agenzie di comunicazione devono essere consapevoli e le lezioni apprese per le iniziative future. Queste conoscenze sono raccolte da varie fonti distribuite nel tempo e nello spazio, principalmente in forma digitale.

Esigenze di navigazione innovative nell'era dell'informazione emergente

Se le informazioni e le conoscenze chiave sono emergenti e volatili, la loro rapida proliferazione e il loro costante cambiamento richiedono strumenti di navigazione radicalmente nuovi. Con circa 2,5 quintilioni di byte di dati generati ogni giorno, viviamo in un mondo in cui la perdita di informazioni chiave è certa. Tuttavia, le decisioni ne hanno bisogno più che mai.

Le aziende si evolvono rapidamente, guidate da azioni emergenti di individui, unità aziendali, progetti e team piuttosto che da piani espliciti prestabiliti. Questa conoscenza emergente, che forma una mappa dinamica, è fondamentale per allineare le diverse parti dell'organizzazione e fornire al management informazioni in tempo reale sulle operazioni quotidiane dell'azienda. Nel panorama attuale, un modello aziendale basato sulla conoscenza è estremamente vantaggioso. Gestire efficacemente le informazioni per generare conoscenza è la chiave per superare la cecità e il sovraccarico di informazioni, con l'obiettivo di fornire informazioni just-in-time ai decisori e ai dipendenti.

Vantaggi di un'azienda guidata dalla conoscenza

  1. Flusso di informazioni migliorato: Migliore circolazione di idee e informazioni, accesso rapido alle risorse e comunicazione più veloce.
  2. Decisioni informate: Processo decisionale rapido e ben informato con le informazioni giuste al momento giusto, promuovendo processi decisionali efficaci, collaborazione e innovazione.
  3. Riutilizzo della conoscenza: Utilizzando le conoscenze esistenti negli archivi delle banche dati e condividendo le precedenti esperienze del mondo reale.
  4. Onboarding efficace: Processi di onboarding semplificati per i nuovi membri del team, per i progetti o per l'organizzazione stessa.

Una parte significativa della performance organizzativa si basa sulla disponibilità e sulla fruibilità della conoscenza. Come si può ottenere questo risultato? Una gestione efficiente della conoscenza è un processo a più fasi:

  1. Monitoraggio continuo: Rilevare regolarmente le fonti di informazione all'interno e all'esterno dell'azienda per generare conoscenze emergenti.
  2. Personalizzazione: Adattare le informazioni alle esigenze specifiche dei singoli, dei team e dell'azienda.
  3. Abbinare i dati alle esigenze: Allineare informazioni preziose a esigenze informative specifiche.
  4. Diffusione proattiva: Garantire che la conoscenza raggiunga le persone giuste senza che queste debbano cercarla attivamente, evitando che informazioni importanti vengano trascurate o nascoste a causa della natura della conoscenza emergente.
  5. Incoraggiare l'uso e il feedback: Promuovere l'utilizzo delle conoscenze e raccogliere feedback per migliorare i profili e i modelli di apprendimento.
  6. Approfondimenti sulla gestione: Fornire al management strumenti di approfondimento su argomenti emergenti.

Sbloccare la conoscenza con l'intelligenza artificiale

L'intelligenza artificiale è fondamentale nella gestione della conoscenza a causa del volume e della complessità delle informazioni, che rendono difficile per l'uomo identificare correlazioni e significati sottostanti. Sono emersi diversi scenari e metodi di implementazione, tra cui i seguenti esempi che abbiamo incontrato negli ultimi mesi:

  1. Estrazione e condivisione delle conoscenze all'interno di organizzazioni, comunità o consorzi utilizzando notifiche push ed esperienze utente coinvolgenti.
  2. Tradurre indicatori chiave di prestazione (KPI) specifici e numerici per misurare aspetti come la quantità e la qualità dei buzz, la rilevanza e la tempestività degli argomenti in evoluzione.
  3. Identificare e selezionare le conoscenze di valore da domini specifici.come la ricerca scientifica, e renderla accessibile all'ecosistema industriale per facilitare il trasferimento tecnologico, eventualmente attraverso la traduzione in un linguaggio più comprensibile.
  4. Valorizzazione dei singoli pezzi di informazioni, aggiungendo conoscenze e documenti correlati per ampliare le informazioni complessive a disposizione degli utenti.

Come le aziende orientate alla conoscenza prosperano

Naturalmente, questi esempi sono solo la punta dell'iceberg. Il tema generale è evidente: l'apprendimento, la creazione e la condivisione della conoscenza migliorano il processo decisionale, l'allocazione delle risorse, la produttività, l'azione e l'adattamento alle sfide del mercato.
Il nostro consiglio è di considerare la possibilità di trasformare la vostra azienda in un'organizzazione basata sulla conoscenza. Iniziate in piccolo, magari all'interno di un reparto o di un progetto specifico, e dotatevi degli strumenti, delle pratiche e della mentalità necessari per accogliere le intuizioni emergenti e favorire un flusso continuo di conoscenze condivise. Questo è il bene più prezioso che unisce e spinge un'organizzazione.
Se desiderate scambiare pensieri ed esperienze su questi temi o semplicemente saperne di più, non esitate a mettervi in contatto con noi. Saremo lieti di assistervi in questo viaggio all'insegna della conoscenza.

+ posts

Chief Growth Officer @ Neodata

Scopri ora la nuova rubrica: AI Talk