Rivoluzionare il panorama delle telecomunicazioni con l'intelligenza artificiale

Mentre ci addentriamo nel potere trasformativo del l'intelligenza artificiale nelle telecomunicazioniè utile considerare il punto di vista degli esperti del settore. Matteo Marchini, consulente principale ed esperto OSS con oltre vent'anni di esperienza presso i principali fornitori di reti nel settore delle telecomunicazioni, fa luce sul ruolo critico dell'IA nel settore.

La costante crescita del traffico e la necessità di dispositivi sempre più sofisticati e numerosi rendono la gestione delle reti di telecomunicazione sempre più complessa e costosa. La rapida adozione dell'intelligenza artificiale (AI) è diventata fondamentale nelle telecomunicazioni per supportare reti e clienti su larga scala.


Che cosa: L'intelligenza artificiale per imparare, ragionare e creare

In primo luogo, è essenziale distinguere tra "intelligenza artificiale" e "automazione", poiché questi due concetti vengono spesso confusi. L'intelligenza artificiale, nella maggior parte dei casi, viene integrata in un processo di automazione per introdurre una caratteristica simile a quella umana di apprendimento, ragionamento e creazione artificiale. Quando viene applicata a un processo, l'IA dovrebbe aggiungere capacità di resilienza, adattamento e miglioramento del processo, producendo benefici crescenti con costi di gestione ridotti in condizioni mutevoli, cosa non ottenibile con la sola automazione.

Al giorno d'oggi, l'IA è diventata un prerequisito a prescindere, integrata in un processo end-to-end per migliorare o risolvere varie situazioni.

Perchè: Ottimizzazione, identificazione dei comportamenti, monetizzazione dei dati attraverso partnership commerciali

Il settore delle telecomunicazioni sta vivendo una significativa trasformazione tecnologica che richiede ingenti investimenti finanziari. Con l'avvento del 5G e dell'Edge computing come tecnologie abilitanti per nuove applicazioni, è necessario sostenere gli investimenti per fornire offerte dedicate alle aziende e ai consumatori per l'utilizzo di applicazioni innovative con esigenze specifiche di connettività.

Nello scenario attuale, in cui effettuare nuovi investimenti è impegnativo, gli operatori di telecomunicazioni devono gestire le reti legacy, come il 4G, insieme alle nuove tecnologie, aggiungendo costi e complessità. L'introduzione dell'intelligenza artificiale può apportare benefici sostanziali alla gestione della crescente complessità della rete e soddisfare le aspettative di affidabilità delle nuove applicazioni.

In un mercato delle telecomunicazioni in via di consolidamento, dove gli operatori devono aumentare le vendite, l'intelligenza artificiale viene in soccorso. L'intelligenza artificiale identifica gli insight comportamentali per nuove offerte di servizi mirati e sfrutta l'enorme quantità di dati che gli operatori raccolgono quotidianamente, monetizzandoli attraverso partnership commerciali in altri settori.

Come: Analisi, pianificazione, previsione, efficienza energetica. E una migliore esperienza del cliente.

Date le ragioni fondamentali per applicare l'IA nel settore delle telecomunicazioni, contestualizziamo il concetto spiegando come applicarla e descrivendo casi d'uso specifici nei tipici processi di gestione delle reti di telecomunicazioni. L'elenco che segue è esemplificativo, data la natura dell'argomento.

  • Analisi di allarmi, contatori e traffico di reteGli algoritmi di intelligenza artificiale possono migliorare il monitoraggio della rete, identificando immediatamente i guasti o addirittura agendo in modo predittivo per prevenire i problemi, riducendo il tempo medio di ripristino (MTTR).
  • L'intelligenza artificiale viene applicata per ottimizzare la rete suggerendo in tempo reale modifiche alla configurazione che un team dedicato non sarebbe in grado di identificare, progettare e pianificare in tempi così brevi, soprattutto senza errori. Questi algoritmi basati sull'intelligenza artificiale considerano più scenari di ottimizzazione simultaneamente, simulando l'impatto di ciascuno di essi, prendendo la decisione migliore in tempi brevi per evitare la congestione della rete e migliorare l'esperienza complessiva del cliente.
  • L'utilizzo dell'IA nella pianificazione può ridurre i costi di investimento prevedendo un'allocazione dinamica delle risorse in base alle esigenze del traffico o ottimizzando l'instradamento dei dati in base alle variazioni del traffico, utilizzando in modo intelligente le risorse di rete senza necessariamente aumentarle per gestire i picchi di traffico.
  • Traffico in tempo reale e l'analisi dell'utilizzo delle risorse supporta anche la sostenibilità, spegnendo in modo intelligente alcune risorse quando non vengono utilizzate e implementando funzioni di efficienza energetica basate sull'intelligenza artificiale.
  • Ultimo ma non meno importante, L'intelligenza artificiale aiuta i fornitori di servizi di comunicazione (CSP) nella protezione delle reti e dei dati dei clienti, rilevando o prevenendo in tempo reale minacce alla sicurezza come attacchi informatici e frodi.

Mentre le considerazioni etiche sull'intelligenza artificiale continuano, stiamo progressivamente scoprendo i suoi vantaggi nella nostra vita quotidiana. Stiamo imparando a coesistere con l'intelligenza artificiale, non solo fidandoci ma affidandoci completamente ad essa, come abbiamo fatto con altre tecnologie che hanno trasformato profondamente le nostre abitudini negli ultimi decenni.

Se siete desiderosi di sbloccare il potenziale dell'IA nella vostra strategia di telecomunicazioni, Neodata Group è qui per guidarvi. Collegatevi con noi all'indirizzo info@neodatagroup.ai per approfondimenti su misura e consulenze di esperti!


matteo-marchini
Matteo Marchini
+ posts

Matteo Marchini, nato nel 1972, ha conseguito un Master in Ingegneria delle Telecomunicazioni (1999) e vanta oltre due decenni di esperienza nel settore. Ha iniziato la sua carriera in Nokia nel 2000, nell'organizzazione dei servizi di consegna. Dal 2005, Matteo si è distinto nelle vendite, specializzandosi in soluzioni OSS e CEM. Rinomato come consulente principale esperto di OSS, le intuizioni di Matteo Marchini sul ruolo centrale dell'IA nelle telecomunicazioni sono molto apprezzate. Concentrandosi sull'innovazione e sulla leadership strategica, continua a guidare i progressi del settore.

Scopri ora la nuova rubrica: AI Talk